Museo Nuova Era | Lamberto Pignotti
526
post-template-default,single,single-post,postid-526,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.8.1,vertical_menu_enabled,paspartu_enabled,menu-animation-line-through,side_area_uncovered,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Lamberto Pignotti

Lamberto Pignotti, nato a Firenze nel 1926, è considerato uno dei fondatori della poesia visiva. Oltre ad aver rivestito il ruolo di professore sia presso la Facoltà di Architettura di Firenze che al DAMS della Facoltà di Lettere di Bologna – nel 1971- ha partecipato prima alla fondazione del gruppo ’70 e poi alla creazione del gruppo ’63.

Seppur le sue prime opere letterarie risalgono agli anni ’50, è nei primi anni ’60 che possiamo collocare i suoi primi collage poetico visuali. E’ difatti in questo decennio che la poesia visiva italiana inizierà a prendere forma.
Nel 1965 cura la prima antologia del movimento dal titolo “Poesie visive”.

Ha collaborato a programmi culturali della RAI, oltre che a riviste italiane e straniere come “Paese sera”, “La Nazione” e “L’Unità”. Ha inoltre pubblicato vari libri di poesia, narrazione, saggistica con editori italiani tra i quali Mondadori, Einaudi, Marsilio, Vallecchi, Carucci e Laterza.