Museo Nuova Era | Carlo Battisti
471
post-template-default,single,single-post,postid-471,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.8.1,vertical_menu_enabled,paspartu_enabled,menu-animation-line-through,side_area_uncovered,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Carlo Battisti

Carlo Battisti è nato a Viareggio, Italia nel 1945.

Totalmente autodidatta. A 12 anni (età nella quale ha dipinto il suo primo quadro ad olio) ha lasciato la scuola e ha cominciato a lavorare facendo, per vivere, molteplici mestieri ma senza mai smettere di fare e frequentare arte.

Ha sempre subìto il fascino della manualità e conoscenza delle metodologie grazie alle quali l’idea diventa opera.

Da lavori più schiettamente concettuali come “Le Nubi”, prima mostra “itinerante” (Firenze, 1975) nella quale esponeva le nubi in passaggio nel cielo di Firenze, a lavori di denso contenuto manuale come gli interventi operati su testi cartacei: lavori dove una pagina di testo piegata e intagliata produceva “architetture” di carta.

Un esempio ne è “La Biblioteca di Babele” opera del 2008 composta da 25 lavori di cm 34×34 tutti realizzati sul testo omonimo di J. L. Borges.

Se il riferimento alla Poesia Visiva è, in molteplici casi d’obbligo, anche per la lunga e mai interrotta frequentazione del genere, il lavoro di Battisti non è, nel suo complesso, circoscrivibile ad un ambito: la materialità stessa di molte delle sue opere si discosta dai parametri classici dell’esperienza verbovisuale.

Sempre affascinato dal minimalismo, degli artisti giapponesi prima ed americani poi, questo artista usa per il suo lavoro l’espressione “Minimalismo Barocco”: un ossimoro calzante, oltreché per il ciclo de “L a Biblioteca di Babele”, anche per molti degli attuali lavori: gli interventi portati sulla carta di giornale, spesso rarefatti ed ermetici, o l’utilizzo della stessa per la costruzione di moduli che si ripetono sul quadro con periodicità fissa…

Carlo Battisti vive e lavora in Versilia, Toscana (Italia)

Lido di Camaiore, 10 Dicembre 2015